L’acqua è il composto più diffuso in natura ed è il principale costituente dell’organismo.

L’acqua rappresenta circa il 60% del peso corporeo nell’adulto ed è un elemento estremamente importante: infatti, l’organismo umano può sopravvivere senza cibo per diverse settimane utilizzando come riserva energetica i depositi di grasso corporeo, ma senza acqua la morte sopraggiunge entro pochi giorni se il digiuno è totale.

A che cosa serve l’acqua: le sue funzioni

L’acqua è indispensabile per lo svolgimento di tutti i processi fisiologici e le reazioni chimiche che avvengono continuamente nel nostro corpo. L’acqua che beviamo, infatti, non serve solo a dissetarci, ma permette un gran numero di funzioni insostituibili:

  • a costituzione di cellule, organi e tessuti
  • la digestione, l’assorbimento e il trasporto in circolo delle sostanze nutritive
  • la funzionalità del circolo ematico e linfatico
  • il mantenimento dell’elasticità della pelle e delle mucose, la cui funzionalità dipende da un giusto grado di idratazione
  • la lubrificazione delle giunture ossee (articolazioni)
  • il mantenimento della temperatura corporea (termoregolazione)
  • la protezione del feto durante la gravidanza
  • l’eliminazione delle sostanze di rifiuto
  • il mantenimento di una ottimale consistenza del contenuto intestinale, favorendo conseguentemente la prevenzione della stipsi.

Di quanta acqua abbiamo bisogno:
il fabbisogno idrico quotidiano

Il fabbisogno idrico complessivo medio giornaliero dell’adulto è di circa 2 - 2,5 L o, più precisamente, di 1 ml/Kcaloria alimentare introdotta. Con “fabbisogno idrico complessivo” si intende l’acqua introdotta come tale + l’acqua introdotta con alimenti e altre bevande + l’acqua metabolica, cioè l’acqua che si forma nell’organismo in seguito alle varie reazioni metaboliche. Il consiglio è quello di bere sempre durante tutto l’arco della giornata, preferibilmente in maniera frazionata circa 1,2 – 1,5 l per quanto riguarda le persone adulte. Nel bambino il fabbisogno idrico complessivo è aumentato a 1,5 ml/kcal. ingerita; anche nella donna durante la gravidanza e durante l’allattamento le richieste idriche sono ulteriormente aumentate.

Vero o falso sull'acqua
L’acqua fa ingrassare?

L’acqua, naturale o gassata, non contiene calorie.

È vero che l’acqua gassata fa male?

L’acqua gassata non è dannosa per l’organismo sano. Può dare lievi disturbi solo a persone che soffrono di disturbi allo stomaco e/o all’intestino.

È utile bere acqua durante i pasti?

Una quantità adeguata di acqua bevuta ai pasti può essere utile per migliorare la consistenza degli alimenti consumati ammorbidendoli e favorire così la digestione.

bere quantità adeguate di acqua aiuta a prevenire la ritenzione idrica?

Un giusto apporto idrico favorisce l’eliminazione delle scorie e previene la ritenzione idrica.

uno stato di disidratazione prolungato può provocare dei disturbi al fisico?

Uno stato di disidratazione prolungato, anche se lieve, può causare vari disturbi più o meno fastidiosi e gravi quali mal di testa, crampi muscolari, pelle secca, cistite, stipsi...



Immagini e testi liberamente tratti da 'Bene per te, bene per l'Ambiente' Food Editore

Realizzato da:
Food Editore©
marchio di Food Srl
Via Mazzini 6
43121 Parma


Realizzato da Illustrazioni
Desirée Gedda

Testi:
Lorena Bolesina, dietista (prima parte “Bene per Te”) Lucrezia Lamastra, ricercatore in Scienze agrarie e ambientali presso Università Cattolica del Sacro Cuore (seconda parte “Bene per l’Ambiente” e testo fumetto)


Grafica e impaginazione
Antonella Zamboni

con
Voi

 
Il decalogo

A ognuno
la sua parte

Uno stile di vita
sostenibile

Fare bene
per l'ambiente

 
L'acqua nel corpo